* BishopBeer *

Vai ai contenuti

Menu principale:


Benvenuti nel mondo Bishop




Da piccolo passavo ore a giocare a scacchi. Con amici, da solo, al pc.

Giocare a scacchi mi rilassava, era un momento speciale.
Crescendo ho scoperto che il nome inglese per “alfiere” è "Bishop" ed è sempre stato un pezzo pieno di fascino, per me.
Anni dopo ho letto una poesia bellissima e piena di atmosfera:  "L'arte di perdere"


L'arte di perdere non è difficile da imparare;
così tante cose sembrano pervase dall'intenzione
di essere perdute, che la loro perdita non è un disastro.
Perdi qualcosa ogni giorno. Accetta il turbamento
delle chiavi perdute, dell'ora sprecata.
L'arte di perdere non è difficile da imparare.
Poi pratica lo smarrimento sempre più, perdi in fretta:
luoghi, e nomi, e destinazioni verso cui volevi viaggiare.
Nessuna di queste cose causerà disastri.
Ho perduto l'orologio di mia madre.
E guarda! L'ultima, o la penultima, delle mie tre amate case.
L'arte di perdere non è difficile da imparare.
Ho perso due città, proprio graziose.
E, ancor di più, ho perso alcuni dei reami che possedevo, due fiumi, un continente.
Mi mancano, ma non è stato un disastro.
Ho perso persino te (la voce scherzosa, un gesto che ho amato). Questa è la prova. È evidente,
l'arte di perdere non è difficile da imparare,
benché possa sembrare un vero (scrivilo!) disastro.


Andando a cercare l'autrice, mi sono sorpreso di leggerne il nome: Elizabeth Bishop. Il nome "Bishop" continuava a tornare, nella mia vita, ancora una volta.

Quando decisi di dedicarmi alla birra, al suo mondo e alla sua cultura, fino a produrne una, ho voluto rendere omaggio ad un nome che mi ha fatto compagnia, durante gli anni, portandomi cose belle e rimanendo per me simbolo di qualità, bellezza, genuinità.
Dall'incontro con amici speciali e dall'idea di creare qualcosa di veramente "nostro", che parlasse di NOI, che avesse i colori e i sapori dei nostri momenti, è nata la "Bishop", una birra attenta alla cura, ai particolari, all'artigianalità e alla qualità degli ingredienti.
Una birra italiana nel cuore, che parli dei nostri momenti conviviali, alla nostra ricerca del "buon bere" e che vuole essere un invito a ritornare a guardarci negli occhi, attorno ad un tavolo, ridendo, parlando e assaporando il gusto più importante: quello della vita.







 
BishopBeer Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu